Campagna “adotta un poeta contemporaneo” | Pietropaolo Morrone

«Se ciascuno di coloro che ogni giorno scrivono poesia¹ avvertisse il dovere ovviamente elementare di acquistare anche un solo libro di un altro poeta, il mercato della poesia diventerebbe immediatamente appetibile anche per l’industria editoriale» Alberto Bertoni, “La poesia contemporanea”, Il Mulino, 2012

Questa asimmetria tra l’atto di “scrivere” e quello di “leggere” è da approfondire. Leggere è come scavare in miniera, ci vuole fatica, scrivere è come andare di corpo: in un modo o nell’altro lo impariamo a fare da bambini. Naturalmente la scuola ha le sue responsabilità e non riesce ad andare al passo coi tempi, riesce però bene ad uccidere la curiosità naturale dei bambini. Il loro proverbiale e continuo domandare “perché” per ogni cosa viene giustiziato non appena mettono piede in un’aula scolastica. Così la curiosità muore e viene sostituita da uno scambio mercenario di valutazioni e tempo dedicato sui libri. Continua a leggere

IL NUCLEO KUBLA KHAN PRESENTA IL SUO BLOG E RECLUTA LETTORI E ARTIERI

I

l Nucleo Kubla Khan è un collettivo poetico col “sacro timore” dell’arte. Rivendica la natura non utilitaristica della scrittura, in quanto mezzo espressivo in grado di scompaginare il mondo attraverso strutture interne pressoché infinite. Ecco spiegata la scelta del poemetto “Kubla Khan” di Coleridge. La natura incompiuta e concretamente aperta dell’opera ci dà il pretesto per proiettarci verso l’esplorazione di progetti e proposte letterarie in divenire, in continua evoluzione. Il Nucleo si mette in discussione, aperto a chiunque voglia farne parte col proprio contributo, si prefigge lo scopo di dialogare e creare, senza però un preciso intento programmatico.

Ed ecco spiegata la necessità di un Blog. Attraverso una sorta di “campagna terroristica” in nome della cultura, il Blog del Nucleo Kubla Khan vuole infiltrarsi prepotentemente nella coscienza di quanti più utenti possibile, rivendicando così, quel “sacro timore” di cui si accennava all’inizio e del quale oggi si fa pacificamente a meno. Articoli, saggi, recensioni e riflessioni di ogni genere atte alla trasmissione di un sapere particolare, verranno pubblicate sul nostro Blog, al quale chiunque, in linea con l’intento propositivo del Nucleo, potrà collaborare. Ma soprattutto componimenti poetici, perché il nostro collettivo crede nella singolarità e nella ricercatezza della scrittura, nella dimensione atemporale della poesia, da contrapporre invece a quella standardizzata e misera del linguaggio quotidiano, banditore di una concisione disarmante.

Aperto a contaminazioni artistiche di ogni genere, il Nucleo Kubla Khan vuole essere quindi la voce di diversi autori, il corpo di un epos collettivo che ha avuto inizio ma non avrà una fine, in quanto ogni futuro membro, potrà portare avanti il nome del Nucleo, rispettandone gli intenti e operando con responsabilità. Se siete pronti a rinunciare ad un po’ di quel tempo che solitamente dedicate a ciò che vi appare utile, per soffermarvi su qualcosa di apparentemente inutile e non spendibile nella vita reale, come la scrittura o l’arte in generale, questo è il Blog che fa per voi e che, volendo, vi sta chiamando alle armi!