INFERA SUITE | Andrea Napoli

Le parti, di varia estensione, in cui è strutturata la raccolta, richiamano alla mente echi musicali mai sopiti e propri del vissuto del giovane poeta musicista. La Suite (per chi non ne fosse a conoscenza) consiste in un complesso di brani strumentali nati dalla consuetudine di riunire insieme più movimenti di danza: Prélude, Allemande, Courante, Sarabande, Bourrée e Gigue, che in questa sede trovano spazio come titoli delle diverse sezioni della silloge. Le danze erano spesso distribuite in modo da alternare quelle a carattere meditativo con altre più brillanti, quelle a movimento moderato con altre più mosse o addirittura nervose. A tale varietà di atteggiamenti espressivi si contrapponeva, però, l’uniformità del modello compositivo che collegava una danza con l’altra. Alla medesima maniera, i gruppi di componimenti che costituiscono ogni singola sezione della Suite di Napoli contengono caratteri stilistici esclusivi e indipendenti, in quanto a forma e contenuto tematico, ma tutti tendenti a delineare l’unità tonale dell’intera raccolta.

Scheda libro e Acquisto

Pagina Facebook

IL PENDOLO | Andrea Napoli

«Formula figurale del desiderio» o, che è la medesima cosa, «scrigno di luce in una chiave d’ombra»: questi versi, tra desiderio e luce, sembrano contenere i due fuochi principali della poesia di Andrea Napoli e, allo stesso tempo, ne riassumono la funzione. Sono due i cuori del Pendolo, prima raccolta di versi del giovane poeta: uno è costituito dal margine corporale e afflitto di un vissuto puro e, tutto sommato, quieto; l’altro si fonda su un sostrato di carta, figurale, letterario che, pur inquieto, non assume mai un tono polemico e non si prefigge di agire sulla realtà. Si fa sublime e assennata pastorale, poesia in fiore che (estranea ma, lo si vedrà, non sottomessa) indugia nei piaceri dolorosi della ricordanza e del riecheggiamento mediante una parola che riposa e sogna, che accompagna gli esercizi quotidiani dell’essere mediante un modello artistico che canta la realtà come lo farebbe il suono di un pianoforte aerofono, ma che sceglie di non muoverla.

1 2